1.402 views

CHI SI OPPONE ALL’IMU AGRICOLA E’ POPULISTA?



Di il 18 febbraio 2015

images

 

Lunedì 23 febbraio 2015 le associazioni di categoria, sindaci e cittadini parteciperanno alla manifestazione che si volgerà di fronte alla prefettura di Agrigento per protestare contro l’assurda e iniqua tassa, quale l’IMU sui terreni agricoli.

A tal proposito come Movimento 5 Stelle dobbiamo denunciare, in primis, la totale responsabilità del PD di Renzi autore di questa scellerata tassa e, in secondo luogo, l’omertà e il silenzio quasi tombale da parte degli organi di stampa e della televisione, preoccupati soltanto di denunciare alla opinione pubblica, facendo eco al regime, l’ostruzionismo dei grillini, anche quando si battevano in commissione Agricoltura e in Parlamento per la eliminazione dell’IMU agricola e suggerendo pure ove reperire il minore introito (ad esempio dai Concessionari dei Giochi a cui venivano condonati miliardi di euro).

Ben venga questa manifestazione, malgrado sia tardiva rispetto all’IMU agricola 2014, i cui termini sono scaduti e i cui proventi, sottratti anticipatamente dallo Stato dai bilanci dei Comuni di tutta Italia, sono stati già impegnati e spesi dallo Stato Italiano per pagare gli 80 euro per il 2014.

Il Movimento 5 Stelle di Grotte, già ai tempi della campagna delle elezioni europee del 2014 aveva denunciato in un articolo del proprio blog del 3/5/2014   (vedi articolo) la probabile introduzione dell’IMU agricola, come puntualmente si è verificato, anche nel Comune di Grotte.

Nessuno aveva preso sul serio le nostre denunce. Passava invece il messaggio del governo Renzi: Crescita, Sviluppo, Riduzione delle Tasse e Riforme. Nulla di tutto ciò nella vita degli italiani, solo aumento di tasse e di disoccupazione.

Non occorrono doti da veggenti o da chiromanti per prevedere le nuove batoste fiscali, come nel caso dell’IMU agricola (in questi giorni ne arriveranno altre), basta leggere ciò che approva in parlamento il PD, che come sempre legifera il contrario di quello che predica in televisione.

Anche le associazioni di categoria degli agricoltori (CIA, UCI, Coldiretti ecc) pare abbiano dormito durante e dopo l’approvazione nel maggio del 2014 dell’art. 22 del D.L. 66/2014 conv con L.89/2014, svegliandosi tardivamente quando la tegola era già arrivata in testa ai contribuenti nel dicembre scorso. Addirittura per la Provincia di Agrigento, con il recente decreto legge 4/2015, è arrivata una seconda tegola.

Mentre il M5S si batteva sin dal maggio 2014 in tutte le sedi legislative, per scongiurare l’IMU agricola (gli atti parlamentari possono testimoniarlo), Renzi e il PD accusavano i grillini di populismo, di fare ostruzionismo, di voler bloccare le riforme, di non fare nulla e di fare solo protesta.

Quindi tutti coloro che manifesteranno contro l’IMU agricola di Renzi giorno 23 febbraio 2015, saranno anche loro populisti e contro le riforme?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *