849 views

COMUNICATO STAMPA



Di il 3 febbraio 2017

COMUNICATO STAMPA

Meetup Grotte 5 Stelle

La sera del primo febbraio 2017, si è svolta, presso la sala consiliare, l’assemblea per la democrazia partecipata in merito alle azioni da finanziare con le relative somme trasferite per legge, pari ad €. 17.600,00.
La quasi totalità dei presenti rappresentava a vario titolo associazioni che operano nel territorio: sociali, sportive e culturali. Pertanto, l’assenza dei cittadini, ha evidenziato che il metodo adoperato dall’amministrazione comunale non è quello della partecipazione, bensì ha lasciato percepire ai più, ha il sapore di mance elettorali.
L’assemblea è stata tenuta dall’assessore Aquilina, nella sua qualità di assessore al bilancio, il quale ha tenuto a sottolineare che l’incontro, solo consultivo, tenuto esclusivamente perché la legge lo impone. Le proposte protocollate dal Meetup non sono state lette, nonostante è stato espressamente richiesto durante l’assemblea da alcuni attivisti del Meetup locale:
1 Approvazione Regolamento Comunale per il Bilancio partecipativo;
2 Sostegno alle famiglie;
3 Potenziamento Videosorveglianza;
4 Sostegno all’acquisto di farmaci non prescrivibili.
Anche nel 2016 le nostre proposte erano indirizzate a sostegno delle famiglie, ma anche in quel caso le priorità per l’amministrazione furono altre.
Dalla platea è stata unanime la richiesta di una partecipazione attiva che portasse ad una scelta partecipata sulle attività da finanziare ma il sindaco ha così sintetizzato: “potete proporre qualsiasi cosa, “solo” a favore degli interventi individuati, poi l’amministrazione si riserverà di scegliere”.
(Questa è la partecipazione secondo Paolino Fantauzzo ed il suo fidato Assessore Aquilina)
Gli aderenti al Meetup Grotte 5 Stelle hanno ribadito la necessità di un regolamento comunale per il bilancio partecipativo, come fatto già da parecchi comuni, al fine di potere utilizzare questo strumento anche oltre l’imposizione di legge. Durante lo svolgimento dell’assemblea, la proposta avanzata di un sondaggio online, che all’inizio ha riscosso entusiasmi tra i partecipanti dell’assemblea, paradossalmente è stato messo in dubbio dai nostri illuminati amministratori con la scusa che non tutti i cittadini hanno accesso ad internet.
L’assemblea è stata aggiornata.
È disarmante la visione della democrazia e della partecipazione che hanno i nostri rappresentanti, eletti da un sistema maggioritario aberrante che con circa il 27% dei consensi ha dato al sindaco Paolino Fantauzzo il governo della città.
Mancano circa 15 mesi alla fine del mandato del Sindaco che non ha mantenuto promessa sulla riduzione dell’indennità di carica a favore di interventi sul sociale. Lanciamo l’appello alle forze sane di Grotte, giovani e meno giovani, che desiderano andare oltre il sistema di un potere consolidato che da diversi lustri sta portando privilegi a pochi a scapito della cittadinanza, ogni giorno con meno diritti e servizi.
Il Meetup Grotte 5 Stelle propone un’amministrazione diversa, senza personalismi, con la partecipazione di tutti i cittadini nelle scelte, anche quando la legge non lo impone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *