6.928 views

E li chiamano Refusi di Stampa. Guarda il Trailer



Di il 6 dicembre 2013

 

Convocato il Consiglio comunale per lunedì 9 dicembre, per trattare solo questo punto all’ordine del giorno: “Eliminazione refusi di stampa contenuti nel… Regolamento Tares

Il Consiglio di Grotte si riunirà quindi, in seduta straordinaria ed urgente, solo per eliminare qualche “refuso”.macchine-tipografia

Refusi piccoli, comespecchi acquei in concessione” o “magazzini utilizzati dall’attività peschiera per il solo ricovero degli attrezzi”;

Refusi medi: sale operatorie, reparti e sale di degenza che ospitano pazienti affetti da malattie infettive;  rimessaggio imbarcazioni con attività di manutenzione; stabilimenti balneari nel territorio.

Refusi grandi: “per gli specchi acquei la tariffa viene commisurata allo specchio acqueo dato in concessione. Nel caso in cui la concessione sia relativa soltanto a colonnine, gavitelli o catenarie, utilizzate da unità nautiche autorizzate ad ormeggiare nel porto di Viareggio sia presso le banchine prive di servizi, sia presso banchine ditate di colonnine per l’erogazione di energia elettrica ed acqua potabile in concessione demaniale marittima a terzi la tariffa dovuta è dovuta in ragione della lunghezza delle unità navali che potenzialmente potrebbero esservi ormeggiate in rapporto allo specchio virtuale acqueo”,

E come se non bastasse i nostri consiglieri dovranno eliminare anche dei refusi che potremmo definire “refusi magici” o straordinari. 
Nell’indice del Regolamento sono infatti menzionati gli artt. 23 e 24, refusi che poi, misteriosamente, quando si sfoglia il Regolamento spariscono, per essere poi richiamati all’interno dello stesso da altri articoli.

Sarebbe opportuno che qualcuno spiegasse all’amministrazione Fantauzzo e a tipografia (1)chi predispone gli odg del Consiglio cosa è un REFUSO DI STAMPA

Fonte Wikipedia:  “Un refuso è un errore di stampa causato dallo scambio o dallo spostamento di uno o più caratteri attribuito ad un problema di scambio di lettere..

Il Comune ha invece letteralmente scambiato “mari e monti” e tassato l’inverosimile, sia a Grotte che a Viareggio.

Non è un problema tipografico. Non vanno eliminati refusi di stampa, ma dei veri e propri strafalcioni.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *