1.612 views

Il Meetup Movimento 5 Stelle Grotte si dissocia dal patrocinio del Comune di Grotte



Di il 18 aprile 2016

cuffaro definit

Il Meetup Movimento 5 Stelle Grotte si dissocia dal patrocinio del Comune di Grotte (in quanto organizzato in un luogo comunale) per la presentazione del libro sul processo all’ex Presidente della Regione siciliana, Totò Cuffaro.

Si! Si dissocia. Premesso che ognuno è libero di scrivere libri, di organizzare presentazioni e di invitare chiunque. Detto questo, possiamo trarre delle riflessioni in merito.

Intanto, per ricordare a chi ha dimenticato, o a chi non ne fosse a conoscenza, Totò Cuffaro, appellato “Vasa vasa” per l’abitudine di baciare qualsiasi cosa possibile, è stato Governatore della Regione Sicilia ed è stato condannato per favoreggiamento a Cosa Nostra e rivelazione di segreto istruttorio.

Totò Cuffaro ha scontato la sua pena in carcere, questo è chiaro. D’altro canto, sorge spontanea una domanda: in un altro paese, un politico condannato per reati gravissimi con sentenza definitiva, la società civile lo avrebbe ancora cercato ed acclamato? Crediamo proprio di no. E allora, perché questo paese è diverso? Forse perché da anni abbiamo avuto una politica fatta di “vasate”, di cannoli e di favori agli amici degli amici, che hanno consentito l’arricchimento di pochi a discapito della distruzione dell’intero paese.

Nel 2011 su Grotte.info hanno espresso solidarietà a Totò Cuffaro, due esponenti politici locali.

Il Dott. Antonio Carlisi scriveva testuali parole: “Voglio esprimere tutta la mia solidarietà per la dura prova che sta vivendo con grande dignità e rispetto verso le ISTITUZIONI. Chi lo conosce sa bene che ha lavorato con generosità per il bene della Sicilia e che si è sempre battuto contro il malaffare e l’illegalità”.

Segue Pietro Castronovo, allora Assessore come lo è attualmente: “Un uomo che ci ha voluto rimarcare il rispetto che tutti dobbiamo alle ISTITUZIONI, alla Magistratura ed alla legge. Sono certo della PUREZZA e della bontà di cuore di Totò Cuffaro.”

E’ paradossale che un’amministrazione comunale, di cui fanno parte, appunto, Piero Castronovo e Totò Carlisi, proponga di conferire la cittadinanza onoraria al Dott. Di Matteo, che si è occupato, insieme al dott. Del Bene del processo, e successivamente inviti in “pompa magna” Totò Cuffaro presentando un libro intitolato “Un’altra storia” di Simone Nastasi.

Crediamo fortemente che sia uno schiaffo morale alla verità, alla giustizia, al dott. Di Matteo, ma soprattutto a tutti quei siciliani onesti, (per fortuna la maggioranza) che gridano ogni giorno con forza “Siamo tutti Di Matteo”.

L’Amministrazione tutto questo non lo sa? Lo sa, lo sa…

Meetup Movimento 5 Stelle Grotte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *