1.806 views

IL PD E’ CONTRO IL PREMIO PER GLI AUTOMOBILISTI VIRTUOSI. L’ON. IACONO DEL PD FORSE NON LO SA!



Di il 23 ottobre 2014

M5S-RCA-al-minimo-bocciato-Cut

Ci riferiamo all’articolo pubblicato su grotte.info quotidiano del 21/10/2014, nel quale viene dato annuncio della sottoscrizione dell’On. Maria Iacono del Partito Democratico alla proposta di Legge d’iniziativa popolare, già depositata alla Camera, per allineare le tariffe RC auto applicate in Italia al resto d’Europa.

Saremmo ben felici di plaudire all’encomiabile iniziativa della parlamentare On. Maria Iacono, se non fosse per il fatto, per come dimostrato dagli atti parlamentari, che è il suo stesso Partito Democratico ad avversare questa proposta di legge.

Eppur da più parti, soprattutto da parte del PD, si sostiene che il Movimento 5 Stella non fa nulla. Quanto di più falso. Al contrario è lo stesso PD che blocca, o meglio, boccia le proposte di legge presentate dal Movimento 5 Stelle.

E’ quanto successo nel caso della proposta della tariffa-premio sulle auto presentata dal MS5 nel marzo del 2014 che poi è stata identicamente inserita nella proposta di legge di iniziativa popolare firmata dall’On. Iacono.

Sarebbe auspicabile che l’On. Iacono, in quanto legislatore della Repubblica, si faccia promotrice di una proposta di legge di iniziativa parlamentare e di convincere i suoi stessi colleghi di partito del PD di pensare ai cittadini, non alle lobby delle Assicurazioni, e di non fare pura e demagogica propaganda politica, come fa il suo leader Renzi.

I fatti dicono che il M5S è a favore della tariffa-premio RCA , mentre il PD è contro. Spieghiamo il perché.

In Italia il settore delle assicurazioni R.C. auto/moto relativo alla copertura assicurativa è disciplinato da una Legge del 1969, che ad oggi non è mai stata adeguatamente modificata per garantire ai cittadini condizioni di garanzia e di tutela nei confronti dei colossi assicurativi.

E’ sotto gli occhi di tutti, infatti, il disagio economico dei cittadini contro il caro-tariffe R.C. auto, che appare ormai fuori controllo con polizze sempre più costose e garanzia sempre meno ampie.

Il M5S, nelle persone del portavoce M5S al Senato Sergio Puglia e dei portavoce alla Camera Colletti e Pesco, da sempre si è battuto nelle Aule parlamentari per ottenere da parte della Compagnie prezzi di polizza concorrenziali, basse e allineate con il resto dei paesi europei.

Ma considerato che la Maggioranza di Governo non ci vuole proprio sentire, il M5S, ascoltando la voce dei cittadini, ha presentato nel corso dell’approvazione del Decreto-legge 23 dicembre 2013, n. 145 nella Seduta n. 195 del 19 febbraio 2014 la proposta di modifica (emendamento) n. 7.0.1 all’ Atto Senato n.1299 con il seguente testo:

Dopo l’articolo 7, inserire il seguente:

«Art. 7-bis. 1. Dopo il comma 3-quinquies dell’articolo 32 del decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 marzo 2012, n. 27, è aggiunto in fine, il seguente:

 “3-sexies. Le imprese di assicurazione sono tenute a riconoscere sia in sede di rinnovo che di nuovo contratto, anche in assenza di esplicita richiesta dei singoli interessati, una tariffa-premio ai contraenti e/o assicurati che non abbiano denuncialo sinistri negli ultimi cinque anni. Tale tariffa-premio, dovrà essere riconosciuta con l’applicazione del premio più basso previsto sull’intero territorio nazionale, da ciascuna compagnia, per la corrispondente classe universale (CU) di assegnazione del singolo contraente/assicurato, come risultante dall’attestato di rischio“».

Ebbene questo emendamento e cioè il premio-tariffa è stato respinto dal Senato con il voto contrario del PD. Il M5S ha votato a favore.

Questi sono i fatti, bastava che il PD avesse votato a favore, oggi gli automobilisti virtuosi sarebbero stati premiati.

La firma dell’On. Maria Iacono del PD al disegno di legge di iniziativa popolare è semplicemente demagogica propaganda politica.

coerenza-297x228

Ma quando tornerà di moda L’ONESTA’ INTELLETTUALE? Con il M5S certamente si.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *