1.093 views

Incontro Democrazia Partecipata: Sindaco pensiamo prima ai Bambini, ai Giovani e alle Famiglie



Di il 1 febbraio 2016

Oggi, primo febbraio, si terrà un incontro con l’amministrazione comunale per decidere l’impiego di alcune somme di denaro, che per legge vanno spese in base a meccanismi di democrazia partecipata, coinvolgendo associazioni e cittadini.
Di seguito pubblichiamo una nota con le nostre proposte su come sarebbe per noi opportuno spendere questo denaro.

Comune di Grotte
Al Sindaco
Ai Cittadini

Oggetto: modalità di utilizzo di quota delle somme (il 2%) trasferite dalla Regione a valere sulla compartecipazione Irpef, attraverso forme di democrazia partecipata, in attuazione di quanto previsto dal comma 1 dell’art. 6 della L.R. n° 5/2014 così come modificata dalla L.R. 9/2015.streaming

Premesso che la legge n. 5 del 2014 dispone che è <<fatto obbligo di spendere “almeno” il 2 per cento delle somme loro trasferite con forme di democrazia partecipata>>, trasmettiamo la seguente nota considerato che molti non saranno presenti a causa del tardivo avviso.

L’amministrazione comunale con questo incontro sottolinea il “sostegno attivo” all’associazionismo locale.
Non possiamo non ricordare che il mancato mantenimento della promessa elettorale di riduzione delle indennità di carica, ad oggi avrebbe garantito alla comunità la disponibilità economica per oltre 90 mila euro.
Risorse che avrebbe consentito azioni ben finanziate e programmate a lungo termine, quali i festeggiamenti per la Pasqua, i Premi letterari e tanto altro ancora.

Oggi, tuttavia, dobbiamo misurarci con i problemi seri in cui si trovano molti grottesi, e non guardare in faccia la realtà porta a scelte fatte,  magari in buona fede, ma che nulla hanno a che vedere con la buona gestione amministrativa di un comune quale Grotte.
Che vogliamo dire?
Vogliamo dire che quando la coperta è corta, occorre secondo noi tirarla dalla parte dei bambini, dei giovani, delle famiglie e di chi ha più bisogno.

Sembrano quindi poco appropriate le linee di “intervento” definite dal Sindaco, nell’ambito delle quali individuare le “azioni” a cui destinare le suddette somme.
Che vogliamo dire? Sport, promozione turistica, cene e spettacoli… , che sono in sintesi gli ambiti definiti dall’amministrazione entro cui dislocare queste somme, sono sicuramente azioni nobili, ma quando le risorse sono poche le priorità dovrebbero essere altre.

Elenchiamo di seguito alcune voci da integrare o sostituire alla lista degli interventi elaborata dal Sindaco, al fine di suggerire un cambio di rotta nella gestione e spesa del denaro pubblico:

– servizio scuolabus gratuito con mezzi sicuri;
– contributi alle famiglie di studenti fuori sede;
– mensa scolastica gratuita;
– rimborso del 100% dei costi sostenuti da studenti pendolari; (non necessariamente attendendo la quota regionale)
– miglioramento dei servizi di polizia municipale;
– borse lavoro e programmi di sostegno a cittadini in difficoltà economica;
– detrazioni sui tributi locali per le famiglie;
– detrazioni sui tributi locali per le aziende che operano nel territorio comunale;
– incentivi per il recupero di immobili in centro storico;
– sostegno alle associazioni sportive;

Sperando che questa nostra nota sia tenuta in considerazione dal Sindaco Paolino Fantauzzo, invitiamo i cittadini a partecipare oggi all’incontro, al fine di responsabilizzare gli amministratori nella spesa e gestione delle risorse pubbliche.

Pensiamo prima ai bambini, ai giovani e alle famiglie…

Meetup Grotte5Stelle

Tags: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *