2.403 views

Interrogazione del M5S all’ARS sull’istituzione del Registro Tumori



Di il 12 marzo 2013

Gentile direttore di Grotte.info, il Movimento 5 Stelle di Grotte ha consegnato al portavoce dell’ARS di Palermo, Matteo Mangiacavallo, un’interrogazione parlamentare per istituire un Registro tumori nella provincia di Agrigento. Iniziativa molto importante per la salute della nostra comunità e dell’intera provincia.

I Registri tumori italiani sono delle vere e proprie strutture nate con il fine di raccogliere attivamente le informazioni relative ai casi di tumore diagnosticati in una determinata area geografica.

Gli obiettivi dei Registri tumori sono infatti:

registro-tumori

– monitorare il trend di incidenza, prevalenza e sopravvivenza dei tumori nelle diverse aree geografiche e per caratteristiche demografiche;

– valutare l’efficacia dei programmi di screening (mammella, cervice e più recentemente colon-retto) e di prevenzione;

– valutare l’impatto dei fattori ambientali e sociali sul rischio di tumore, come ad esempio il rischio associato a particolari inquinanti atmosferici, alle linee elettriche, alle discariche, ai telefoni cellulari ecc.;

– sostenere indagini sulle cause dei tumori;

– fornire informazioni in supporto ai servizi di counselling genetico per gli individui e le famiglie a elevato rischio di sviluppare cancro.

La necessità di creare degli archivi di informazioni relative ai casi di tumori presenti nel nostro Paese nasce dal fatto che negli ospedali non esiste l’obbligo di notificare i casi di neoplasia e, quindi, per poter sorvegliare l’andamento dei tumori occorre un sistema di raccolta di tutte le informazioni necessarie per avere un quadro completo di questa complessa patologia.

Ma quali sono le informazioni che vengono raccolte?

Oltre ai dati anagrafici di base (sesso, età, data, luogo di nascita e residenza), vengono raccolte informazioni riguardanti la tipologia di tumore diagnosticato (sede, morfologia, comportamento) e informazioni utili dal punto di visto clinico ed epidemiologico.

Infatti questi dati sono indispensabili per poter effettuare:

– indagini sulle cause del tumore in osservazione;

– valutazioni delle terapie più efficaci sull’andamento della malattia;

– analisi sui potenziali fattori di rischio ambientali noti o non ancora identificati.

Le fonti principali utilizzate per la raccolta di queste informazioni sono:
– le Schede di Dimissione Ospedaliera (SDO), che custodiscono le informazioni principali sul ricovero di ciascun paziente;

– gli Archivi di anatomia e citologia patologica, che permettono la classificazione del tipo di tumore in base alle regole codificate a livello internazionale;

– le cartelle cliniche, che servono per completare le informazioni raccolte;

– i certificati di morte, acquisibili tramite il flusso delle schede di morte presso le ASL.

Di fronte a un rilevante rischio per la salute la priorità va data alla prevenzione e il registro tumori è uno strumento efficace per rilevare dati e prendere provvedimenti
Per il MoVimento 5 Stelle – Grotte 12-3-2013
Innocenzo Infantino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *