1.129 views

LA NEO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE RIUSCIRA’ AD IMITARE IL SUO PREDECESSORE?



Di il 3 marzo 2016

Marchetta Serafina volantino

In data 28/2/2016, sul quotidiano online Grotte.info, veniva pubblicata una dichiarazione della consigliera comunale di minoranza Todaro, nella quale si lasciava intendere che il nuovo Presidente del Consiglio, la signora Marchetta Serafina, non si sarebbe ridotta la  indennità di funzione.

Sino a questo momento non disponiamo, in tal senso, di dichiarazioni ufficiali da parte della Presidente Marchetta, ma facciamo notare che i gettoni di presenza dei Consiglieri comunali e l’indennità di funzione del Presidente del Consiglio sono attualmente regolati e decisi dalla Delibera di C.C. n.48/2013 e che le eventuali diverse spettanze,  sia in diminuzione che in aumento, comunque entro i massimi fissati dalla legge, vanno in ogni caso deliberate dal Consiglio Comunale.

Appare superfluo evidenziare che le Deliberazioni sui compensi dovuti ai componenti degli organi elettivi, non si riferiscono alla persona, ma al ruolo istituzionale.

Quindi gli Uffici del Comune hanno l’obbligo di corrispondere quanto stabilito dalla Delibera di CC 48/2013 perchè, se così non fosse, chiunque dei Consiglieri si potrebbe sentire autorizzato a chiedere il massimo per legge.

In ordine poi alla valutazione politica sull’eventuale mancata riduzione del compenso, denunciata dal consigliere Todaro, ci stupisce il fatto che la neo Presidente Marchetta, all’atto del suo insediamento (Delibera di CC n.45/2015)  ebbe a dichiarare, riferendosi al suo predecessore Dr Antonio Carlisi: “Spero di poterlo imitare in questo nuovo ciclo che mi vedrà alla guida di questo Consiglio“.

Riconosciamo al Dr Carlisi e a tutti i consiglieri comunali, non anche alla Giunta e al Sindaco, la serietà nell’avere mantenuto le promesse elettorali sui compensi e gettoni di presenza.

Ci auguriamo soltanto che la neo Presidente Marchetta imiti veramente, come è nei suoi desideri, la serietà del suo predecessore Dr Carlisi.

Tags: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *