375 views

M5S Grotte: orgogliosi di far parte di una comunità unita.



Di il 23 marzo 2020

98B2DE36-5599-45C8-A0A7-1A6E988C3C9DM5S Grotte: orgogliosi di far parte di una comunità unita.

“Siamo una comunità e dobbiamo aiutare chi si trova in difficoltà”. Iniziava così la nota diffusa domenica 8 marzo dal gruppo consiliare del M5S di Grotte, in merito alla richiesta di istituzione di un fondo di solidarietà comunale con la “sospensione” delle indennità di carica e gettoni di presenza per fronteggiare l’emergenza.

Il 10 marzo, a seguito delle ulteriori disposizioni che raccomandano a tutti di stare in casa il più possibile, con lo scopo di difendere il servizio sanitario nazionale e tutelare la salute di tutti, in particolare quella delle persone meno giovani e fragili, abbiamo chiesto di attivare il servizio di “Pronto Intervento Sociale”: un servizio di consegna a domicilio a supporto degli esercenti. La dimensione demografica della nostra città rende praticabile questa possibilità, limitando così l’afflusso nei supermercati e farmacie.
Nell’attesa di provvedimenti è stato inoltre raggiunto telefonicamente, dal capogruppo del M5S al consiglio comunale – Angelo Costanza – il Sindaco pro tempore, Alfonso Provviddenza. Quest’ultimo ha rassicurato in tal proposito e, accogliendo il nostro suggerimento, avrebbe preparato un comunicato ufficiale.
In questi momenti bisogna essere più che mai uniti e collaborativi per il bene di tutti.
Riguardo al fondo di solidarietà, attendiamo ancora che gli attuali amministratori comunali ne ravvisino la necessità, a nostro parere urgente e non ulteriormente derogabile.
Nostro malgrado in data 11/03/2020 è comparso nella pagina Facebook del comune di Grotte l’Avviso dell’istituzione del servizio di “pronto intervento sociale” per il ritiro della spesa e dei farmaci, pubblicando però come contatti i numeri di telefono e whatsapp di Sindaco e due assessori. Lungi da noi fare polemiche, ma l’iniziativa, con tali modalità, non avrebbe avuto gli effetti sperati e considerato gli esiti, non siamo rimasti per nulla soddisfatti.
È del 20 marzo, la comunicazione pubblica tramite social network che è stato attivato, finalmente, il servizio di Pronto Intervento Sociale pubblicizzando il numero dell’ufficio assistenza: 0922 947 501. Auspichiamo nella massima diffusione, con tutti i mezzi possibili, al fine di “aiutare” i concittadini a Restare a Casa.
Esercenti e farmacie stanno effettuando la consegna a domicilio gratuita, dimostrando grande generosità, ma considerato il perdurare dell’emergenza si rende necessario un intervento straordinario.
Abbiamo proposto:
✔ attivare un centro operativo con numeri di telefono dedicati (oltre a quello del centralino) ed informare dell’attivazione del servizio tutti i cittadini, anche tramite un capillare volantinaggio;
✔ Collocazione di locandine/avvisi posti all’ingresso di tutte le attività, utili ad invitare i soggetti interessati ad usufruire del servizio a domicilio;
✔ in collaborazione con l’ufficio comunale dei servizi sociali e per il tramite dei medici di base è necessario avere un elenco dei soggetti più a rischio e senza una rete familiare che li possa supportare, creando così un filo diretto con le fasce più deboli, nonché un monitoraggio continuo.

Sempre nel limite che il ruolo di minoranza consiliare impone, abbiamo condiviso con l’amministrazione, tramite una nota trasmessa con pec, un elenco di buone pratiche atte a porre in essere atteggiamenti consoni ai principi di igiene e norme di civile sanità nei settori che riguardano la distribuzione dei generi alimentari. Pertanto abbiamo sentito la necessità e la responsabilità di suggerire ai nostri vertici amministrativi di diffondere e vigilare su alcune buone norme che attengono alla manipolazione dei generi alimentari.
Fipe, Federazione Italiana Pubblici Esercizi e AssoDelivery, l’associazione di categoria delle imprese del food delivery, hanno condiviso un pacchetto di buone pratiche per garantire il servizio nel rispetto delle misure precauzionali e dei requisiti igienico sanitari in linea con quanto disposto dalle autorità e dal Ministero della Salute. Oltre a rispettare le normali precauzioni previste per chiunque…”

L’art. 1 dell’ordinanza n. 6 del Presidente della Regione cita testualmente:”Le uscite per gli acquisti essenziali, ad eccezione di quelle per i farmaci, vanno limitate ad una sola volta al giorno e ad un solo componente del nucleo familiare”. È giusto sottolineare che BISOGNA USCIRE SOLO PER CASI URGENTI, indipendentemente da quello che prescrive la legge, LIMITANDO le uscite ad una volta a settimana.
Reputiamo, altresì, che l’obiettivo da raggiungere sia diluire il flusso presso gli esercizi commerciali e farmacie, non ridurre gli orari che posso causare l’effetto contrario.

Quelli che stiamo attraversando sono momenti drammatici. La paura costante che possano improvvisamente moltiplicarsi i casi di contagio ci fa immediatamente pensare a cosa potrebbe accadere all’interno dei nostri ospedali.
Serve un aiuto concreto. L’aiuto di tutti.
In queste ultime ore diversi Enti stanno devolvendo fondi per fornire attrezzature e d.p.i. all’ASP di Agrigento, per aiutare la gestione dell’emergenza coronavirus. Abbiamo ulteriormente sollecitato l’ Amministrazione grottese a fornire il suo contributo partecipando alla raccolta solidale finalizzata all’acquisto per l’ASP di Agrigento dei dispositivi necessari per fronteggiare l’emergenza che sempre più ci sta attanagliando.
Noi, dal canto nostro, mettiamo a disposizione le somme dei gettoni di presenza finora maturati.

Inoltre, dallo scorso martedì, alcuni cittadini, nonostante l’assenza di un avviso, hanno comunicato all’ufficio della polizia locale la propria disponibilità come volontari per le consegna a domicilio. Tra gli altri il nostro capogruppo, Angelo Costanza.
A quanto apprendiamo auspichiamo che nei prossimi giorni il servizio migliori, perché ad oggi è privo di organizzazione.
Ognuno deve fare la sua parte.

Stiamo vivendo una drammatica emergenza che dobbiamo affrontare con profondo senso di comunità.
Restiamo a disposizione, come sempre, per concordare, attuare, promuove ogni iniziativa che possa rendersi utile.
Grazie di cuore a medici, infermieri, operatori sociosanitari, addetti alle pulizie di tutte le strutture, operatori ecologici, autotrasportatori, farmacisti, forze dell’ordine, impiegati comunali, chi lavora nei supermercati e in tutte le aziende produttive, nonché alle ditte che hanno provveduto a titolo gratuito, con propri mezzi ed operatori alla sanificazione delle vie cittadine.

Cogliamo infine l’occasione per invitare la cittadinanza a partecipare alla campagna di raccolta fondi per l’ASP di Agrigento, avviata online sulla piattaforma GoFundMe
➡️ https://www.gofundme.com/f/aiutiamo-l039ospedale-di-agrigento-per-covid19?utm_source=customer&utm_medium=copy_link-tip&utm_campaign=p_cp+share-sheet

Gruppo consiliare M5S Grotte

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *