1.083 views

PREMIO RACALMARE: EDIZIONE 2016 ITINERANTE



Di il 18 agosto 2016

racal

La storia del premio RACALMARE è recente, ma nonostante ciò burrascosa. Un evento culturale che per sua natura non può avere tra gli obiettivi un’indiscussa popolarità, ma la ricerca di qualità letteraria.

Pur non di meno, dopo la scomparsa del presidente onorario Leonardo Sciascia, a cui fu successivamente intitolato il premio stesso, si susseguirono edizioni che possiamo definire “sperimentali” in quanto l’obiettivo, per alcuni, è stato dimostrato, quasi a giustificarne l’esistenza, l’attaccamento da parte dei grottesi all’evento con la partecipazione in massa di “folle”. Le piazze piene diventano l’unico metro di valutazione.

Letture di brani e testi recitati, mostre, commedie, canti e balli, sono stati integrati nelle diverse edizioni. La direzione artistica del noto giornalista Gaetano Savatteri sembrava avere trovato la ricetta che dava al premio contemporaneamente notorietà e partecipazione, grazie all’introduzione della giuria popolare ed al metodo di indicazione dei libri finalisti. Non entriamo nei tecnicismi, ma pare ovvio che se una formula funziona è opportuno mantenerla continuando a migliorarla.

Invece, al contrario, si ritorna alla sperimentazione: abbiamo assistito a presidenti dimissionari, successori annunciati e rinunciatari, per giungere alla “nomina” dei giurati, rigorosamente “colti”, ed un nuovo ruolo alla giuria popolare, forse per alcuni “popolana”, che assegnerà il premio alla critica. Si è aggiornato in fretta e furia il regolamento in consiglio comunale, con il solo scopo di “governare” a proprio piacimento un momento culturale che avrebbe dovuto continuare a tendere alla partecipazione, all’inclusione degli amanti della lettura e non all’esclusione.

Il Sindaco Paolino Fantauzzo, sembra avere trovato le risorse economiche per svolgere, finalmente, una nuova edizione del Premio RACALMARE: l’edizione “itinerante”.
Consapevoli di essere stati tacciati come populisti e demagoghi, siamo “delusi” per le vicissitudini che hanno portato a quest’ultima edizione del premio ed “osiamo” azzardare una proposta semplice che crediamo ragionevole per il prossimo futuro: conclusa questa edizione sarebbe auspicabile, impegnarsi affinché il Premio RACALMARE – Leonardo Sciascia, sopravviva a prescindere dagli eletti. Con buona pace di Paolino Fantauzzo.

Auguriamo buon lavoro a tutti coloro che a vario titolo stanno collaborando all’edizione 2016 del Premio letterario RACALMARE – Leonardo Sciascia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *