4.719 views

Programma Elettorale Lista Bufalino Sindaco / Movimento 5 Stelle Grotte



Di il 18 maggio 2013

Programma Elettorale depositato al Comune di Grotte per le Elezioni Comunali 2013 dalla lista: MoVimento 5 Stelle Grotte. Si condivide un progetto complessivo, si attua per piccoli stralci completamente finanziati.

campagna-lista-5stelle (15)

Informazione trasparente delle istituzioni e controllo dei cittadini, per l’attuazione dei programmi e lo sviluppo dei progetti come da accordi. (Visita anche la pagina della Lista dei Candidati al Consiglio)

 Migliorare la vita e l’amministrazione di Grotte si può fare in 5 punti:

1. Sovranità e Partecipazione Popolare

2. Amministrazione, Bilancio e Buon Governo

3. Informazione, Salute e Interessi Sociali

4. Cultura e promozione

5. Ambiente e Territorio

1. Sovranità e Partecipazione Popolare

 1.1.  Onestà e Limpidezza dei candidati

Ogni candidato non deve aver riportato sentenze di condanna in sede penale, anche non definitive, come dimostrato dal certificato penale.

Ogni candidato, all’atto della candidatura, non è iscritto ad alcun partito politico e “si impegna a non esserlo” per tutta la durata del mandato elettorale.

Ogni candidato si impegna a non ripresentare la propria candidatura per più di due mandati.

Ogni candidato al momento della presa di servizio rassegnerà le proprie dimissioni da eventuali altri incarichi di responsabilità all’interno di associazioni ed altre istituzioni in quanto rappresentante di tutta la cittadinanza.

Ogni candidato si impegna a dedicare all’incarico il tempo necessario per essere sempre presente con regolarità e svolgere adeguatamente l’impegno assunto nei confronti degli elettori.

Ogni candidato si impegna a rendicontare pubblicamente qualsiasi emolumento pubblico avuto per svolgere l’incarico (gettone di presenza, rimborsi spese, etc.).

1.2. Democrazia Partecipata

Incontri pubblici periodici tra amministratori, cittadini, comitati di quartiere, associazioni, movimenti per ascoltare, individuare bisogni reali e condividere scelte e soluzioni sull’amministrazione della città, ma anche per attingere idee e proposte. Istituzione di laboratori di urbanistica partecipata.

I cittadini partecipano e contemporaneamente acquisiscono competenze non solo sul funzionamento dell’amministrazione comunale, ma anche su come dibattere, deliberare e mobilitare risorse per raggiungere gli obiettivi.

1.3. Referendum senza Quorum e vincolanti

Il referendum usato come strumento per aumentare la partecipazione ed evitare il potere discrezionale di chi governa.

1.4. Bilancio Partecipato

Ogni quartiere, attraverso pubblici incontri con cadenza annuale, sarà invitato a precisare i propri bisogni per contribuire a stabilire le priorità negli investimenti comunali e nell’attribuzione dei fondi in vari settori (ambiente, educazione, salute, etc.).

In modo complementare, sempre con lo stesso scopo, saranno ascoltate tutte le categorie professionali o lavorative (sindacati, imprenditori, commercianti, studenti, operatori culturali e artistici, etc.).

1.5. Chiarezza e Trasparenza

Trasparenza totale del bilancio e delle spese comunali, permettendo di conoscere come vengono spesi i soldi dei cittadini.

L’amministrazione avvierà un processo partecipato per qualsiasi proposta o decisione che per la realizzazione superi il tempo del mandato, o per qualsiasi scelta che può influire sul benessere e la salute dei cittadini.

I lavori del Consiglio Comunale e delle Commissioni consiliari, oltre che pubblici, saranno  filmati, registrati, trasmessi in diretta streaming via internet creando anche un archivio al fine di permettere la loro facile visione e libera consultazione nei tempi successivi. I lavori delle Commissioni saranno resi pubblici.

1.6. Informazione semplice e corretta

Uso di termini chiari e comprensibili a tutti.

Il bilancio sarà reso comprensibile a tutti i cittadini.

Facilitazione dell’accesso agli atti e ai dati di bilancio.

2. Amministrazione, Bilancio e Buon Governo

 

2.1 Organigramma degli Uffici e delle Responsabilità degli Amministratori comunali

Comunicare e informare i cittadini circa le responsabilità e le competenze di tutte le cariche comunali.

Sapere cosa chiedere e a chi chiedere.

Riassetto organizzativo del personale e delle professionalità del Comune al fine migliorare l’efficienza e garantendo il diritto alla serenità lavorativa.

Corsi di formazione per i dipendenti. Più efficienza e snellimento delle pratiche.

Premi al personale comunale sulla base di indici oggettivi basati esclusivamente sull’effettivo espletamento delle mansioni affidate. Tali indici saranno oggetto di aggiornamento annuale. Più qualità, meno quantità, più controllo.

Valutazione del personale bi-direzionale: dirigenti o equipollenti che valutano gli impiegati e impiegati che valutano i dirigenti.

2.2        Razionalizzazione e Rigore

Censimento degli immobili e terreni di proprietà comunali per la razionalizzazione delle risorse; eventuale vendita degli immobili di proprietà comunale condizionata all’obbligo di ristrutturazione sostenibile entro 2 anni dall’acquisto.

Installazione di software open source senza licenza  in tutti gli uffici e le strutture comunali ottenendo un significativo risparmio sulle licenze di utilizzo.

2.3        E-Government

In 5 anni introdurre la possibilità di avere documenti e quant’altro di competenza comunale via Internet, meno carta, meno spostamenti, meno inquinamento. Attivando un centro di formazione e aiuto.

Migliore ed effettiva fruibilità dell’Albo Pretorio online: pubblicazione dei provvedimenti più importanti sui mezzi di informazione locali esistenti sul web.

Trasparenza assoluta nelle gare ed incarichi.

2.4. Anagrafe degli eletti e Pubblicazione degli Atti e delle Informazioni sul Portale del Comune

Verifica delle competenze con curricula pubblicati e verifiche ogni 2 anni.

Il portale del Comune deve offrire informazione su tutte le attività della pubblica amministrazione.

2.5. Pochi ma Buoni

Riduzione cospicua delle indennità di carica: -50% per il sindaco e  – 70% per le altre cariche, -70% per i gettoni di presenza e nessun gettone di presenza per le commissioni consiliari. Le risorse risparmiate verranno destinate a interventi di finalità sociali e di riduzione di tasse e tributi.

Perdita del diritto al gettone di presenza per tutti quei consiglieri che non hanno partecipato alla discussione ed alla votazione di almeno il 75% degli argomenti iscritti all’ordine del giorno per il consiglio comunale.

Eliminazione dell’auto blu.

3. Informazione, Salute e Interessi Sociali

 

3.1. Informazione e Formazione

Fare sapere a tutti con i mezzi adeguati stato delle cose, possibilità, richieste e progetti.

Incontri e dibattiti di educazione civica per scuole, adulti e anziani. Nelle aree dove il senso civico è più alto, l’economia prospera e l’amministrazione è più efficiente.

3.2. Salute

Informazione su tutto ciò che mette a rischio la salute del cittadino.

Informazione permanente sin dalle scuole elementari sull’alimentazione.

Azioni per arginare il fenomeno del randagismo.

Censimento parco auto comunale al fine di limitare gli sprechi e potenziare il servizio di trasporto ad anziani, disabili e dei nostri concittadini che hanno bisogno di frequente di cure mediche ospedaliere.

3.3. Disabilità

Agevolazioni comunali a coloro che debbano ristrutturare le abitazioni per accogliere i propri cari in difficoltà deambulatoria.

Abbattimento delle barriere architettoniche ostacolanti.

Potenziamento dei mezzi pubblici a supporto per le necessità delle persone disabili.

3.4. Interessi Sociali

Potenziare anche attraverso cooperative sociali l’assistenza degli anziani, ai malati di malattie croniche importanti e ai malati psichici

3.5. Spazi e Opportunità per Giovani

Spazi e locali per giovani per musica, arte e sport.

Promozione di iniziative con le scuole primarie per la diffusione della cultura, dello sport, della legalità e della musica.

3.6. Pubblico sì, ma Privato

Agevolazioni in termini economici e/o concessione all’uso di beni comunali a privati e associazioni che si distinguono per progetti con finalità sociali per il pubblico e che presentino progetti in grado di autosostenersi dando lavoro e decoro alla città.

3.7. Comunicazione, Informatica e Connettività

Iniziative per l’accesso gratuito  alla rete per ogni cittadino.

Potenziamento del sistema Wi-Fi all’interno degli uffici comunali, biblioteca e scuole.

Forum online o blog  permanente aperto a tutta la cittadinanza.

Potenziamento del servizio online per le segnalazioni e/o suggerimenti dei cittadini.

4. Cultura e promozione

 

4.1. Incentivazione del Territorio                                              

Valorizzazione ed ottimizzazione delle risorse economiche, naturali ed umane già disponibili.

Promozione delle peculiarità del territorio come enogastronomia, etc. attraverso la creazione di feste e sagre.

Incentivazione e agevolazione delle produzioni artigianali locali.

Parametri di valutazione sugli esiti delle iniziative ed attività per merito.

4.2. Gestione e Spazi della Cultura

Verifica, monitoraggio, predisposizione logistica, rilevazioni statistiche, censimenti,

riqualificazione, cooperazione soggetti interessati alla presentazione e realizzazione di progetti utili alla cultura cittadina, supporto iniziative. Censimento siti culturali.

Coinvolgimento dei gruppi, associazioni e compagnie teatrali al fine di determinare al meglio l’utilizzo e lo sfruttamento degli spazi esistenti, che dovrebbero essere utilizzati a breve.

Eventi culturali e artistici al fine di creare le condizioni per veicolare la cultura e le tradizioni del nostro territorio.

5. Ambiente e Territorio

 

5.1. Identità Territoriale e Urbanistica

Riqualificazione e ripopolamento del centro storico con una serie di direttive (uso materiali locali), premialità ed incentivi (eventuali sconti sui tributi a chi ristruttura secondo le linee programmatiche).

Riqualificazione degli spazi pubblici Comunali.

Riduzione del pagamento degli oneri di concessione edilizia in funzione del grado di efficientamento energetico ottenuto per interventi su edifici esistenti.

5.2. Acqua

Iniziative per il ritorno della gestione idrica in forma pubblica e per l’immediata rescissione del contratto con l’attuale gestore del servizio idrico integrato.

Campagne di informazione e sensibilizzazione sul risparmio idrico incentivando l’uso dei regolatori di flusso.

Ripristino, ove possibile, delle fontane pubbliche e maggiore diffusione delle fontane pubbliche con relativa mappatura sul sito del Comune.

Seria politica di riduzione degli sprechi nella rete di distribuzione.

Iniziative per il riutilizzo delle acque depurate per usi agricoli.

5.3. Interventi per una città sostenibile

Creazione del PEAC, Piano Energetico Ambientale Comunale.

Installazione di impianti di acqua calda sanitaria ad energia solare, laddove possibile, in tutti gli edifici della pubblica amministrazione.

Interventi finalizzati alla lotta agli sprechi di energia elettrica attraverso la sostituzione delle lampade con lampade a bassissimo consumo energetico (es. LED).

5.4. Rifiuti Zero

Ritorno al Comune della gestione del servizio di spazzamento raccolta e smaltimento dei rifiuti in forma singola ed associata.

Predisposizione della raccolta porta a porta e della raccolta differenziata per le attività commerciali e artigianali.

Raccolta differenziata in tutte le realtà scolastiche.

Promozione della raccolta dell’umido per tutte le filiere commerciali.

Promuovere il compostaggio domestico.

Controllo e bonifica delle discariche abusive sul territorio comunale.

5.5. Agricoltura

Privilegiare le produzioni km zero, sostenere i mercati del contadino mediante la creazione di adeguati spazi fisici per i mercati e connessi servizi di sostegno.

Concessione in comodato d’uso per la coltivazione ad orto di terreni di proprietà comunale non utilizzati per altri usi pubblici.

5.6.  Verde pubblico

Cura del verde (ville, villette, giardini, parchi, spazi pubblici e privati).

Valorizzazione e manutenzione di aree verdi pubbliche al fine di un miglioramento

qualitativo ed estetico delle stesse attraverso sponsor privati che in esse potranno

promuovere nel modo più consono la propria attività. Le aree oggetto degli accordi di sponsorizzazione (esempio le rotonde di incroci stradali)  manterranno la funzione ad uso pubblico in base alle destinazioni previste dagli strumenti urbanistici.

Obbligo da parte dei privati di rendere gli spazi verdi di loro proprietà puliti e decorosamente accettabili.

Candidato a Sindaco: GASPARE BUFALINO MARINELLA

Assessori designati: Jessica Messina ed Eugenio Agnello

Visita anche la pagina della Lista dei Candidati al Consiglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *