1.954 views

REGALO DEL GOVERNO RENZI ALLE BANCHE: 7 RATE DI MUTUO NON PAGATE E LA BANCA SUBENTRA NELLA PROPRIETA’



Di il 29 febbraio 2016

cipappiamocase

E’ quanto previsto nel Decreto Legislativo in corso di approvazione da parte del Governo Renzi che, con la scusa di attuare una Direttiva Europea (Direttiva UE n. 2014/17), consente alle banche, nel caso in cui non venissero pagate almeno 7 rate di mutuo, anche non consecutive, di subentrare nella proprietà del bene (casa o terreno) e di venderlo.

Tale possibilità sino ad oggi è preclusa dell’art. 2744 del Codice Civile, che vieta il cosiddetto “patto commissorio” e cioè È  nullo il patto col quale si conviene che, in mancanza del pagamento del credito nel termine fissato, la proprietà della cosa ipotecata o data in pegno passi al creditore”.

Ora in base alle modifiche di tale Articolo previste dall’approvando Decreto Legislativo, le banche possono direttamente impossessarsi dell’immobile e di venderlo per soddisfare il proprio credito.

rapinabanche

Il Governo Renzi, con questo bel regalo elargito alle banche, rovinerà numerose famiglie italiane, in questi ultimi anni e a tutt’oggi, incolpevolmente in gravi difficoltà economiche per mancanza o perdita del lavoro.

Ebbene l’art. 2744 del C.C., dopo circa 75 anni di vigenza e con lo scopo di evitare abusi da parte dei creditori più interessati al bene immobile che a recuperare il credito, subisce una modifica ad opera del Governo Renzi che viene incontro solo agli interessi delle banche, supremo interesse di questa Europa, anche a costo di gettare nella disperazione e sulla strada migliaia di famiglie.

Ecco da chi siamo governati, cioè da chi, pur di fare gli interessi delle banche, è disposto a rovinare la vita di migliaia di famiglie.

VERGOGNA!

Tags: , ,

One Response to REGALO DEL GOVERNO RENZI ALLE BANCHE: 7 RATE DI MUTUO NON PAGATE E LA BANCA SUBENTRA NELLA PROPRIETA’

  1. Romina on 3 marzo 2016 at 20:56

    Resto stupita ma l’Italia è sotto dittatura?Chi è questo Renzo chi l’ha eletto?Forse si è auto eletto …cmq il PD fuori dal governo….con chi ha deciso il decreto con la Boschi e family? Vergogna meno male che non c’era un conflitto di interessi…..e poi la costituzione l’hanno buttata nel cesso….altro che democrazia qui c’è la dittatura Renzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *