878 views

Sicurezza nelle scuole: “I genitori devono avere la certezza di lasciare i propri figli in luoghi sicuri”



Di il 21 dicembre 2015

edilizia-scolastica-300x300-150x150“Più attenzione per le scuole. Servono più soldi perché si verifichino e si mettano in sicurezza gli ambienti scolastici. I genitori devono avere la certezza di lasciare i propri figli in luoghi sicuri, dove non ci sono pericoli e ogni rischio per l’incolumità sia pari a zero”. Lo dice Azzurra Cancelleri, deputato alla Camera del Movimento Cinque Stelle commentando i dati di Legambiente “Ecosistema scuola”. Secondo il rapporto infatti, in Sicilia, una scuola su due necessita di un intervento urgente che interessi la prevenzione degli eventi di crollo dei solai e dei controsoffitti. “Grazie al lavoro dei nostri meet-up abbiamo informato i comuni dei finanziamenti destinati all’edilizia scolastica. Ci sono 40 milioni di euro stanziati per le indagini diagnostiche che possono e devono essere spesi. Gli enti locali – aggiunge – possono accedere a questa erogazione e contribuire a migliorare la qualità degli edifici”.

“In Sicilia purtroppo una buona percentuale di istituti scolastici non ha ancora il collaudo statico, né il certificato di agibilità o impianti elettrici a norma”, denuncia la Cancelleri. “Siamo sotto la media nazionale. I dati non sono per nulla incoraggianti. Ecco perché occorre fare di più e noi ci impegneremo perché si possano ancora intercettare i finanziamenti. Solo progettando la spesa si aiuterebbero i comuni siciliani ad avere scuole più sicure. Con la nostra attività parlamentare abbiamo promosso una politica di sviluppo in materia di edilizia scolastica allo scopo – ancora la Cancelleri – di coinvolgere tutti i comuni nel censimento degli istituti e nell’avvio degli iter per l’utilizzo delle risorse”.

“Al Governo chiederemo maggiore attenzione per la scuola – conclude la Cancelleri -. Ai comuni invece garantiamo il nostro maggiore sforzo perché possano tutti i progetti contenenti le priorità e le emergenze da risolvere nei luoghi scolastici, possano essere finanziati nel più breve tempo possibile. Solo così si potranno ottenere dati rassicuranti sulla sicurezza delle scuole in Sicilia, ad oggi titolare di un altro triste primato”.

(comunicato stampa  http://www.azzurracancelleri.it/)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *