3.287 views

SULLA G.U.R.S. PUBBLICATA LA LEGGE SULL’ACQUA PUBBLICA – ENTRA IN VIGORE IL 22/8/2015 – IL RITORNO ALLA GESTIONE PUBBLICA FORSE ALLE CALENDE GRECHE.



Di il 21 agosto 2015

torta

Sulla G.U.R.S. N.34 Venerdì 21 Agosto 2015 Supplemento Ordinario n.1 è stata pubblicata la cosiddetta legge sull’Acqua Pubblica L.R. n. 19 del 11/8/2015 (http://www.gurs.regione.sicilia.it/Indicep1.htm).

Che si sia fatto un passo avanti con l’approvazione di detta legge regionale in ordine alle aspettative da parte della stragrande maggioranza della popolazione sul ritorno alla gestione pubblica dell’acqua, non ci sono dubbi.

Ma grande preoccupazione destano i passaggi e i tempi burocratici che la legge impone per arrivare all’agognata meta: una gestione interamente pubblica del servizio idrico integrato.

Ecco in sintesi i passaggi e i relativi tempi:

1) individuazione entro 60 giorni (art.3, comma 1) dall’entrata in vigore della L.R. in questione dei nuovi ATO, probabilmente fotocopia dei vecchi ambiti;

2) costituzione, senza fissare un termine (art.3, comma 2), dell’Assemblea dell’ATO;

3) approvazioni, senza fissare termini, da parte dell’Assemblea di vari atti (Statuto, Piano d’Ambito, piani operativi, tipo di affidamento della gestione, deliberazione dei sub-ambiti ecc.).

Detto ciò, che ne sarà di Girgenti Acque e delle gestioni delle reti idriche dei comuni della provincia di Agrigento?

A tal proposito per i comuni della provincia di Agrigento è prevista la possibilità all’art.4, comma 7 della nuova L.R. 19/2015 di “provvedere alla gestione in forma diretta e pubblica del servizio idrico, in forma associata, anche ai sensi dell’articolo 30 del decretolegislativo 18 agosto 2000, n. 267, attraverso la costituzione di sub-ambiti ai sensi dell’articolo 3, comma 3, lettera i), composti da più comuni facenti parte dello stesso Ambito territoriale ottimale, che possono provvedere alla gestione unitaria del servizio.”

Non solo, per il disposto dell’art.5, comma 6 della L.R. 19/2015, “i comuni afferenti ai disciolti Ambiti territoriali ottimali presso i quali non si sia determinata effettivamente l’implementazione sull’intero territorio di pertinenza della gestione unica di cui all’articolo 147, comma 2, lett. b), del decreto legislativo n. 152/ 2006 e successive modifiche ed integrazioni, con deliberazione motivata da assumere entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, possono adottare le forme gestionali del comma 7 dell’articolo 4.”

I comuni della Provincia di Agrigento, ammettiamo riescano entro 90 giorni ad adottare la gestione pubblica in forma associata, ma se nel frattempo l’Assemblea dell’ATO non si sarà costituita, non si sa quando, oppure se costituita non delibererà la costituzione dei sub-ambiti, hai voglia di aspettare.

Per non parlare poi di quale fine farà il rapporto contrattuale trentennale con Girgenti Acque e di eventuali contenziosi.

I politici che ci governano e ci amministrano sono maestri in questi infiniti perditempo.

Il M5S e i comitati dell’acqua si mobiliteranno e faranno casino finchè non verrà rispettata la legge e la volontà popolare.

Tags: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *